Correttivo del Codice Appalti: da oggi solo appalti verdi e sostenibili

Le modifiche al Codice appalti operate dal D.Lgs. 19 aprile 2017, n. 56 (ora in Gazzetta Ufficiale) intervengono apportando novità molto significative anche su alcuni aspetti degli acquisti verdi, che ormai oggi possiamo davvero chiamare anche “appalti verdi” o “appalti sostenibili”: questo è vero perché con l’approvazione del Decreto Correttivo è stato raggiunto l’obiettivo dell’inclusione negli appalti pubblici di tutti e tre gli aspetti cardine dello sviluppo sostenibile: ambientale, sociale ed economico.

dettaglio

Strategie di decarbonizzazione al 2050 in UE: Italia assente

Spesso ed in diversi contesti il nostro Paese non sembra in grado di dotarsi di politiche e strategie di lungo periodo e, anche nell’ambito delle pur urgenti attività di contrasto ai cambiamenti climatici, la sostanziale assenza di una strategia nazionale di decarbonizzazione sembra evidenziare la medesima (e desolante) logica.

dettaglio

Le energie rinnovabili stanno riducendo le emissioni di gas serra in Europa (e le utility energetiche annunciano lo stop al carbone)

L’Agenzia Europea per l’Ambiente (AEA) ha rilasciato il report “Renewable energy in Europe 2017: recent growth and knock-on effects” che analizza l’evoluzione della potenza rinnovabile installata in Europa e dell’energia verde prodotta, permettendo di comprendere i risparmi di CO2 e di gas serra che l’uso delle energie verdi ha permesso di ottenere.

dettaglio

Codice Appalti e Appalti Verdi: lo schema di Decreto correttivo introduce importanti novità per chi valuta le proprie emissioni climalteranti

Il Governo intende apportare modifiche significative al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), attraverso un Decreto correttivo la cui bozza è stata in consultazione pubblica fino allo scorso 22 febbraio 2017.

Nel quadro delle molteplici prossime rifiniture al Codice Appalti, già peraltro modificato nel 2016 con interessanti novità anche in materia di “Appalti Verdi” (Acquisti Verdi della PA – GPP), si segnala l’Articolo 38 del Decreto correttivo che interviene sull’Articolo 93 del Codice Appalti (“Garanzie per la partecipazione alla procedura”), con alcune modifiche di interesse per gli Operatori economici che hanno operato in direzione del contrasto ai cambiamenti climatici.

dettaglio

IL MANUALE DEGLI APPALTI VERDI, di Massimo Mauri e Laura Carpineti (Ed. Maggioli)

Il 2016 è stato un anno importante per chi si occupa di ambiente e green economy nel nostro Paese, complice l’entrata in vigore di numerosi provvedimenti normativi volti ad incrementare la tutela delle risorse naturali e a promuovere le buone pratiche di riduzione degli impatti ambientali antropici.

La Legge 221/2015 (il cosiddetto Collegato ambientale), il nuovo Codice Appalti D.lgs. 50/2016, l’introduzione dei reati ambientali (con la Legge 68/2015) e l’istituzione del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale (con la Legge 132/2016) sono tra gli atti legislativi più rilevanti in questo senso.

dettaglio

21 marzo: giornata internazionale delle foreste

Oggi, 21 marzo, è una giornata davvero da celebrare: non solo perchè è il primo giorno di Primavera, ma anche perchè è la Giornata Internazionale delle Foreste.

Introdotta nel 2013 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, questa giornata viene celebrata per riflettere sull’importanza delle foreste del loro essenziale contributo alla vita sul nostro Pianeta.

dettaglio

Shell e riscaldamento climatico: tutto noto a partire (almeno) dal 1991

(ringraziamo The Corrispondent per aver recuperato il video ed averlo diffuso ieri via web in coordinamento con The Guardian)

Se fossimo ai giorni odierni la definiremmo probabilmente di una azione di CSR (Corporate Social Responsbility), una forma di responsabilità ambientale da parte di una azienda preoccupata per le macro problematiche ambientali globali (originate peraltro anche dalle sue stesse attività nel mondo delle fonti energetiche fossili).

dettaglio

Giusto o sbagliato piantare palme in Piazza Duomo a Milano? Noi stiamo dalla parte degli alberi in città

In queste settimane si sta parlando molto delle palme piantate in Piazza Duomo a Milano, su progetto dell’architetto milanese Marco Bay. Senza pretesa di voler semplificare o ridurre la discussione, con questo articolo vorremmo offrire la nostra posizione di tecnici che si occupano di alberi in città, proponendo la lettura già peraltro illustrata domenica scorsa a Radio 24 nella trasmissione SI PUO’ FARE da Andrea Pellegatta, socio di Rete Clima, Arboricoltore e docente presso la Scuola Agraria del Parco di Monza.

dettaglio

Al via la consultazione pubblica verso il Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici

Il MATTM ha comunicato l’avvio della consultazione pubblica finalizzata all’elaborazione del Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici: si tratta del documento rivolto alla gestione degli impatti climatici verso il territorio nazionale, al fine di ridurne la vulnerabilità complessiva.

Fino al 28 febbraio i portatori di interesse verso la tematica potranno partecipare alla consultazione volta a definire il percorso verso il costruendo Piano e a individuare le possibili azioni di adattamento nazionali.

dettaglio

Rete Clima aderisce alla Campagna #DivestItaly

Con oggi Rete Clima® avvia la sua partecipazione alla Campagna #DivestItaly, attuazione italiana del movimento internazionale avviato nel 2012 e supportato dall’ONG 350.org tramite il Progetto FossilFree: scopo della Campagna è dare evidenza della responsabilità dell’industria di estrazione e commercio di combustibili fossili nei confronti del cambiamento climatico, probabilmente il più grande rischio ambientale dell’era moderna.

dettaglio
Pagina 1 di 8912345...102030...Ultima »
↑ top
background image
lastoriadellecose.com
tool tool