Carbon/Environmental<br> Footprint Carbon/Environmental<br> Footprint

Carbon/Environmental
Footprint

Carbon footprint di prodotto e servizio, carbon footprint di Organizzazione, EPD e PEF (Product Environmental Footprint)

Rete Clima promuove la realizzazione di carbon audit e di analisi di carbon footprint in Italia ed in Svizzera (Canton Ticino) relativamente a prodotti e servizi, processi produttivi, usi energetici, eventi, Organizzazioni (quali Aziende o strutture sovraziendali).

Il calcolo della carbon footprint è effettuato direttamente dal network di Rete Clima, quale opportunità di azione-comunicazione ambientale, di posizionamento strategico aziendale sul tema della sostenibilità, di aumento della brand awareness ma anche quale passo per definire la baseline emissiva su cui operare la riduzione e la compensazione delle emissioni di gas serra (fino alla carbon neutrality del prodotto/servizio o dell'Organizzazione).

compensazione-CO2

Carbon footprint: calcolo della carbon footprint di prodotto in Italia

La carbon footprint (impronta di carbonio) è una misura che esprime il totale delle emissioni di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente ad un prodotto, ad un servizio o ad una Organizzazione.

La sua quantificazione porta a definire la quantità complessiva di gas ad effetto serra (GHG - Greenhouse Gases) del sistema in analisi, così come espressi dal Protocollo di Kyoto quali: anidride carbonica (CO2); metano (CH4); protossido d’azoto (N2O); idrofluorocarburi (HFCs); esafluoruro di zolfo (SF6); perfluorocarburi (PFCs). Ciascuno di essi viene poi ponderato rispetto al suo contributo all'aumento dell'effetto serra (cioè al suo "potere climalterante", il Global Warming Potential - GWP, quantificato rispetto a quello della CO2).

Il valore ponderato derivante dal contributo climalterante di tutti i sopraccitati gas serra emessi durante il ciclo produttivo viene così espresso in termini di CO2eq (CO2 equivalente).

carbon-footprint-compensazione-CO2

Il calcolo di una carbon footprint di un prodotto o di un servizio è realizzato sulla base di metodologie tecniche di LCA (Life Cycle Assessment), che permettono di esprimere l'impatto climatico generato dal Prodotto o al Servizio durante il suo intero ciclo di vita:

Il calcolo dell'impronta di carbonio (carbon footprint) che Rete Clima realizza in Italia e in Svizzera (Canton Ticino) si può costituire come:

  • indicazione della performance emissiva di un particolare processo o prodotto;
  • stima della baseline emissiva (valore di riferimento) per la pianificazione delle successive operazioni di carbon management e di eventuale carbon labelling (etichetta ambientale di prodotto) ai sensi della norma ISO 14021 ("Environmental labels and declarations, Self-declared environmental claims - Type II environmental labelling") nell'ambito del nostro Percorso emissioni CO2zero, che è illustrato nell'immagine a seguito:

Dentro questo Percorso, dopo la prima fase di valutazione di carbon footprint si procede infatti con la gestione delle emissioni di CO2 e di gas serra, che si struttura sulle due azioni di riduzione e di compensazione / neutralizzazione delle emissioni stesse (attraverso crediti di carbonio generati da progetti internazionali di tutela ambientale o dai nostri carbon sink territoriali italiani).

In caso di carbon offset (compensazione) trasferiamo al cliente i nostri carbon credits (crediti di carbonio) operando per la decarbonizzazione delle sue attività economiche, che possono così diventare ad emissioni zero (cioè carbon free o carbon neutral).

Tale Percorso, molto solido a livello tecnico, operativo e comunicativo, permette di:

  • migliorare e consolidare la Brand Reputation aziendale
  • agire contro il rischio climatico, il più significativo rischio ambientale dell'era moderna
  • comunicare l'impegno ambientale aziendale agli stakeholder interni ed esterni
  • evitare il rischio di Greenwashing
  • neutralizzare l’impatto climatico delle Aziende e dei prodotti o servizi
  • contribuire al raggiungimento degli SDGs (United Nation Sustainable Development Goals)

carbon footprint
clicca sul banner per chederci informazioni sulle modalità di calcolo della carbon footprint di prodotto, di servizio o di Organizzazione

Carbon footprint oggi in Italia (carbon footprint di prodotto e di Organizzazione): esempi di casi già realizzati

Se alla pagina Progetti sono elencate le principali azioni già realizzate da parte di Rete Clima per Aziende in Italia, suddivise per categorie, a seguito due specifici esempi di contabilità di carbonio in Azienda.

Qui l'esempio di una serie di valutazioni semplificate di Carbon Footprint of Product (Carbon Footprint di Prodotto) realizzate per Subito.it dentro un importante progetto di crescita della brand awareness tramite alla comprensione e valorizzazione dell'importanza ambientale del riuso dei prodotti:

carbon footprint

(qui il link al sito web dedicato al progetto di calcolo della CFP (Carbon Footprint of Product - Carbon Footprint di Prodotto) per Subito.it)

A seguito invece un esempio di "carbon footprint semplificata di Organizzazione", collegata all'esercizio aziendale annuale di Subito.it:

Compensazione-CO2-carbon-offset-CO2

(clicca qui per maggiori informazioni sul progetto)

Altri esempi di carbon footprint di prodotto e di organizzazione, oltre che esempi di carbon neutrality, sono consultabili alla pagina Progetti:

A questa pagina uno specifico approfondimento relativo alla Carbon Footprint di Organizzazione.

Carbon footprint: certificazione di terza parte

Qualora il processo di calcolo della carbon footrint di prodotto (o di inventario delle emissioni di CO2eq aziendali) sia stato realizzato in conformità allo standard ISO 14067 (Greenhouse gases - Carbon footprint of products - Requirements and guidelines for quantification and Communication), o secondo le norme dell'LCA - Life Cycle Assessment (UNI EN ISO 14040 e UNI EN ISO 14044 ), o secondo la norma UNI EN ISO 14064-1, o al GHG Reporting Protocol, o alla PAS 2050, può essere certificato o validato da un Ente di terza parte.

Quale il vantaggio della certificazione di conformità (ad uno standard) da parte di un un Ente terzo? In alcuni tipi di relazioni B2B o con le Pubbliche Amministrazioni la certificazione può essere un requisito importante, che garantisce rigore tecnico ed autorevolezza alle valutazioni tecniche di carbon footprint anche in vista della partecipazione a bandi e gare d'appalto sia di stazioni appaltanti pubbliche sia di aziende private.

Oppure, nel caso di relazioni B2C, per coinvolgere il consumatore finale nelle azioni virtuose di valutazione e gestione dell'impronta climatica del prodotto o servizio a loro offerto.

clicca sul banner per chiederci informazioni sulle modalità di calcolo della carbon footprint di prodotto, di servizio o di Organizzazione

Carbon footprint ed External Communication Report - EPD e Climate Declaration

emissioni zero

La carbon footprint di prodotto e la carbon footprint di Organizzazione sono pensate essenzialmente per Aziende, filiere produttive o servizi complessi, per i quali servono analisi di elevata accuratezza e precisione: nel caso della carbon footprint la valutazione può essere integrata (sempre in una logica di LCA - Life Cycle Assessment) contabilizzando anche tutte le altre "categorie di impatto", anche al fine della realizzazione di una EPD - Environmental Product Declaration (Dichiarazione ambientale di prodotto) pubblicizzabile poi mediante il nostro carbon label ai diversi stakeholder e clienti dell'azienda (nazionali ed esteri).

La realizzazione di una carbon footprint di un prodotto o di una organizzazione (e tanto più uno studio di EPD) è occasione di miglioramento della gestione aziendale, costituendosi però anche come attuale strumento di comunicazione circa le proprie performance ambientali aziendali e di coinvolgimento diretto dei propri stakeholder alle policy green aziendali.

In collegamento all'EPD è possibile poi immediatamente e facilmente comunicare la Climate Declaration, che dichiara il dato relativo all'impatto climatico del sistema oggetto di EPD.

climate declaration example

La Climate Declaration si costituisce come un ulteriore ed accreditato strumento di rendicontazione e comunicazione delle performance climatiche aziendali.

La comunicazione potrà poi spaziare ai passi di miglioramento che vengono selezionati e progressivamente attuati dall'Azienda, in direzione dell'obiettivo della carbon neutrality aziendale.

Oltre il calcolo della CO2: la promozione della sostenibilità e dell'eco-innovazione in Azienda e sul territorio

Oltre a questi specifici servizi legati al calcolo ed alla contabilità di carbonio (e sua gestione), Rete Clima può operare per l'ecoinnovazione in Azienda attraverso:

  • analisi ambientale aziendale: analisi di flussi e processi aziendali (e relativi impatti)
  • supporto alla realizzazione del bilancio ambientale aziendale, eventualmente comprensivo del bilancio di carbonio delle filiere aziendali
  • analisi di Life Cycle Assessment (LCA - “from cradle to grave”, dalla culla alla tomba) delle attività/servizi aziendali

compensazione-CO2

compensazione co2

  • supporto alla definizione di criteri di acquisto verdi verso i fornitori (per Aziende e Pubbliche Amministrazioni) - GPP: Green Public Procurement
  • supporto a identificazione, strutturazione e raggiungimento di obiettivi di miglioramento ambientale nel campo del contrasto al cambiamento climatico (anche per aziende con certificazione ISO 14001)
  • supporto per la partecipazione a bandi di finanziamento per interventi ambientali, energetici e di riduzione delle emissioni serra

clicca sul banner per chederci informazioni sulle modalità di calcolo della carbon footprint di prodotto, di servizio o di Organizzazione