Climate positive e Carbon negative: cosa significano?

"Climate positive" e "Carbon negative" sono in generale intercambiabili, ma ancora non si è affermata una definizione univoca del loro significato. Si tratta di rimuovere dall’atmosfera o ridurre altrove più GHG di quanti vengano emessi, con due accezioni differenti:

  • Per alcuni il concetto di “Climate positivity” è analogo a quello di “Carbon Neutrality”, richiedendo però l'acquisto di offsets in quantità maggiore - e non solo pari - rispetto alle emissioni prodotte.
  • Per altri, significa rimuovere dall’atmosfera più GHG di quanti vengano emessi, dopo aver raggiunto riduzioni delle emissioni fino a un livello minimo in linea con la scienza. In questo caso, si tratta di un “potenziamento” del target Net Zero, sostanziato dal fatto che, stando alle proiezioni scientifiche del clima, dopo il 2050 avremo necessità di rimuovere più CO2 di quanta ne sarà emessa a livello globale.

climate positive
Qui rappresentato il concetto di Climate positive nella sua seconda definizione

Non esistono, ad oggi, standard internazionali relativi al claim di “Climate positivity”, per questo Rete Clima pone grande cura nello sviluppo in azienda di un percorso di decarbonizzazione che sia concreto e in linea con la scienza.

Contattaci per sapere di più!


Per approfondire:

Carbon Neutrality, Net Zero e Climate Positive: la decarbonizzazione aziendale raccontata attraverso i suoi termini

Da “carbon neutral” a “climate positive”: la nuova frontiera dell’azione climatica delle Aziende